domenica 14 giugno 2009

Altro strappo alla regola dolce: rotolo al prezzemolo e prosciutto di praga

Oggi su meringhe un secondo strappo alla regola, dopo il pane con i pomodori secchi per partecipare alla bella raccolta per MdP. Una cosina salata ma solo per un valido motivo. Sigrid del cavoletto ha chiesto a tutti coloro che hanno partecipato al suo concorso picnic-libro-grembiulino di inviarle i link delle ricette partecipanti per pubblicare man mano l'elenco di tutti.
Sarei curiosissima di vedere tutte tutte le ricette che hanno partecipato anche senza premi o riconoscimenti particolari, e credo anche voi, quindi contribuisco con la mia piccola parte. Mettetecele tutte dai, le cose trasportabili, comode, stile pic nic sono la mia quotidianità visto che
spesso cucino in una casa e mangio in un altra e sono in costante ricerca di idee, voglio vederle tutte!! Per il momento non vedo l'ora di sperimentare questi muffin salati di Juls e anche questi di Babs, come dolce invece queste girelle tramite le quali ho scoperto un bel blog.

La mia è una ricetta che io trovo comodissima e d'effetto, che porta sapori molto semplici. Probabilmente non era la più adatta per partecipare a questo concorso dove hanno trionfato abbinamenti particolari, forme e montaggi da veri food stylist per i quali i vincitori si meritano davvero una grossa dose di complimenti!

Rotolo al prezzemolo e prosciutto di praga

uova 6
prezzemolo fresco un bel ciuffo
prosciutto di praga 4 fette
maionese (o salsa di senape) 2 cucchiaiate
formaggio fuso a fette (sottilette) 5 o 6
farina 1 cucchiaio da minestra colmo
parmigiano reggiano grattugiato 1 cucchiaio da minestra colmo
sale
pepe
olio per lo stampo

Accendere il forno a 200°. Sbattere per bene le uova, aggiungere il grana e poi la farina setacciata senza smettere di mescolare. Tagliuzzarvi dentro con le forbici e grossolanamente in prezzemolo. Salare e pepare. Oliare uno stampo rettangolare di 20 x 30 cm circa e versarvi il tutto. Infornare per 15-20 minuti forando ogni tanto con la forchetta le eventuali bolle che
potrebbero formarsi. Sformare su un foglio di alluminio e lasciar raffreddare completamente. Spalmare su tutta la superficie la maionese, adagiarvi due strati di prosciutto di praga senza lasciare spazi vuoti e infine disporre le sottilette lasciando vuoto 1 cm di bordo su uno dei lati corti (perchè nell'arrotolare il formaggio scorrerà in avanti). Partendo dal lato corto opposto iniziare ad arrotolare stringendo molto bene. Avvolgere il rotolo ben stretto nel foglio di alluminio, avvolgere ulteriormente con un panno di stoffa e riporre in frigorifero per almeno 2-3 ore. Servire tagliato a fette dello spessore di 1 cm circa.
E per il pic nic...disporre le fette in un contenitore basso e largo senza sovrapporle troppo, chiudere, partire, arrivare e mangiare.
Aggiornamento: visto che il tema pic nic capita proprio a fagiolo in questo periodo, colgo l'occasione di rispondere all'invito di Jelly di Fragole e Cioccolato che per festeggiare il compleanno del suo blog ha deciso di regalarsi una raccolta proprio su questo argomento. Partecipo quindi alla sua raccolta Nel cestino del PicNic con questa frittata.

9 commenti:

  1. Inserito!! Grazie di aver partecipato e per avermelo segnalato!! Baci! S :-))

    RispondiElimina
  2. Ma una vera delizia è perfetto! Complimenti

    RispondiElimina
  3. Ciao! veloce e sfizioso questo rotolo! e con tutti questiingredienti nella farci..un pasto davvero completo!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. che bello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. buonissimo, ottimo strappo !!! ciao !

    RispondiElimina
  6. Vincitrice o no, io questa ricetta la trovo fantastica!
    Un bacione,
    m.

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara,
    grazie della segnalazione, sono contenta che ti sia piaciuto il mio blog e che vorrai sperimentare le mie girelle.
    Visitando il tuo blog ho capito perchè parli di strappo alla regola, beh ogni tanto ci vuole!
    Complimenti per i tuoi dolci, trarrò sicuramente ispirazione, soprattutto per quelli della tradizione emiliano romagnola di cui sono un po a corto :-)
    Ciao
    Antonella

    RispondiElimina

Mi fa piacere sapere che ne pensi,soprattutto se hai qualche suggerimento per me: lascia un commento! Se non sei registrato scegli "commenta come : anonimo" ma lasciami comunque il tuo nome, così potrò risponderti sapendo a chi mi rivolgo. Grazie!