lunedì 4 gennaio 2010

Datteri e albicocche secche: che fare?

Ad essere sincera in questi giorni tra gite all'outlet, dormite pomeridinane pesantissime, ometti da sfamare durante lunghe maratone di playstation e lunghe passeggiate per smaltire un attimino, avevo perso un po' di vista il mio tran tran cucinare-fotografare-postare quasi quotidiano. Così per rifarmi un po' ritorno oggi con non una ma due ricette, di quelle scovate negli archivi dei blog più belli, di quelle che ogni tanto meritano di essere riportate all'attualità, rinfrescate da una nuova foto e un nuovo racconto perchè particolarmente buone o interessanti.
Due ricette che non so se dopo i festeggiamenti e le mangiate varie possano essere immediatamente utili a qualcuno, ma intanto le metto, si sa mai.
E' che in questi giorni qua ognuno di noi nessuno escluso ha in casa qualcosa da finire, smaltrire, riciclare in modo quanto più possibile creativo. A me, che poi in fondo non è andata neppure così male, sono rimaste un bel po' di albicocche secche, e una manciata di profumatissimi datteri, frutto della cognizione di una certa zia che doveva portare la frutta per 18 e ne ha portata per 50.
Quando ho qualche ingrediente in notevoli quantità che deve essere utilizzato a breve il mio primo pensiero, prima di tutto, è “Ci si può fare una torta?” E il secondo che segue a ruota “Ci si possono fare dei muffin??”
Così, trovandomi con una bella quantità di questa frutta essiccata ho fatto quella e quegli altri.
Una torta rubata a Comidademama diminuendo la frutta per farla un po' più "torta", cioè con anche un po' di quel buon impasto in evidenza.

****************************************************
Torta di datteri
ispirata da quella di Comidademama

uova 2

zucchero 100g
sale 1 pizzico farina 175g
datteri tagliati a cubetti 300g

noci tritate 70g

lievito per dolci 1 cucchiaino

cannella in polvere 2 cucchiaini

Sbattere uovo sale e zucchero fino a formare un composto spumoso.
Togliere il seme ai datteri e tagliarli in quarti. Tritare finemente le noci o le mandorle. Mescolare a parte farina, cannella, noci, lievito e datteri. Unire quindi il composto spumoso di uova e mescolare. Foderare uno stampo quadrato di circa 24 cm di lato con della carta da forno e stendere con un cucchiaio l'impasto. Per facilitare l'operazione è meglio frapporre tra impasto e mattarello un altro foglio di carta forno. Cuocere per 30-35 minuti a 180°C, se la torta inizia velocemente a dorarsi, portare il forno a 160°C e prolungare di qualche minuto il tempo di cottura.
****************************************************

Poi, sempre per via che non si può vivere di soli dolci e che bisogna ogni tanto mangiar qualcosina anche a tavola, un po’ di muffin salati, ispirati a quelli fatti tempo fa da Sigrid proprio con le albicocche secche, a cui io però ho aggiunto il pecorino sempre per via che in questi giorni tutto quel che si mangia dipende un po' dal contenuto di certi gloriosi pacchi gastronomici ricevuti per Natale :)


****************************************************
Muffin salati con pecorino e albicocche secche
ispirati da quelli al caprino del Cavoletto, per 9 muffin

farina 115g

yogurt 125g
pecorino stagionato 100g

albicocche secche 7-8
uova 1
lievito in polvere per torte salate 2 cucchiaini

olio d’oliva 1 cucchiaio

sale mezzo cucchiaino

Setacciare la farina con il sale e il lievito. Mescolare l’uovo con lo yogurt e l’olio e aggiungere questo composto alla farina. Aggiungere le albicocche tagliate a dadini e il formaggio grattugiato con la mandolina a fori grossi, mescolare bene e versare l’impasto in stampini da muffin, riempiendone i due terzi. Infornare a 180° per 15-20 minuti (i muffin devono risultare gonfi e dorati).
****************************************************

15 commenti:

  1. io sono giorni ormai che procedo a minestrine...non ho ancora digerito il cenone O_o

    RispondiElimina
  2. Ci hai dato veramente delle belle idee! Anceh a noi è rimasta u n po0 di frutta secca da smaltire.
    Buona al torta con i datteri, un bel contrasto con le noci; ma i muffin ci piacciono ancora di più...ce li segnamo e li prepariamo di certo!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. io non amo molto i datteri..ma l'altra sera me li hanno fatti provare farciti di mascarpone..mmm che buoni!!!!!
    sicuramente in una torta devono essere strepitosi..
    buon anno
    Giulia

    RispondiElimina
  4. Che bello avere delle idee per la frutta secca avanzata grazie sono deliziose ciao e Buon Anno

    RispondiElimina
  5. Che belle idee! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Ho visto di sfuggita una mini ricettina che prevedesse albicocche e datteri e mi sei venuta in mente te. Su questo giornale consigliavano di farcire la frutta secca con una mandorla all'interno e avvolgerla poi in sottili fette di pancetta :)

    RispondiElimina
  7. Eccomi!!!!! In imperdonabile ritardo passo a farti i miei affettuosi auguri di un anno pieno di tutto ciò che desideri! Io devo assolutamente rimettermi a dieta molto stretta (sono ingrassata parecchio e siamo al punto in cui te lo fanno notare, 'sti str..... :-P) ma finchè non facciam fuori le scorte di dolci ricevuti in regalo la veggo buia! Dopo passiamo ai passati di verdura...uah!
    I datteri non mi gustano, purtroppo, ma quei muffins salati all'albicocca sembrano davvero goduriosi!

    RispondiElimina
  8. Ciaooo! Io sono da poco tornata da 8 gastronomici e macaronici giorni a Parigi veramente ispiranti... Tra le altre tonnellate di robe pasticciose, ho comprato il libro dei muffins di Bob (Mark Grossman), veramente spaziale!
    http://www.amazon.ca/MUFFINS-ORIGINAUX-AUTHENTIQUES-MARC-GROSSMAN/dp/2501057236
    C'è una ricetta di muffins ai datteri che fa svenire solo a guardare la foto. Si chiamano "ça colle aux doigts", "si incollano alle dita", fa' un po' te. Se hai ancora qualche dattero ti mando la ricetta.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  9. sono sicura della loro bontà é un mix di gusto che mi piace molto...complimenti anche per la presentazione!

    Buon anno sereno :)

    RispondiElimina
  10. anch'io fino a questa torta i datteri non riuscivo proprio a mandarli giù, poi ho scoperto che invece sparsi in un impasto che mitiga un po la loro dolcezza stucchevole sono fantstici:)

    @piccipotta: i datteri farciti al mascarpone credo siano il finger food più calorico immaginabile, ma chissà magari possono sorprendere! Archivio l'idea per l'anno prossimo ormai, ma tengo a mente, ciao!

    @giulia pure la tua ideuzza è niente male! ciao!

    @grazie tesora, dai domani è ancora festa e ce la godiamo poi prometto insieme a te che ci mettiamo in riga sul serio! Anche se ho visto su fb una tua foto di Natale e penso che chiunque si permetta di fare un commento acido a te..beh...probabilmente è tutta invidia:)

    @marina datteri al momento esauriti, ma il moroso ne è davvero golosissimo quindi se e quando ce la fai a farmi una scansioncina la ricetta la prendo davvero molto più che volentieri, grazie!
    Aspettiamo allora un super mega post di resoconto del gastrotour parigino!

    @mariluna grazie, detto da te è un onore! Ricambio gli auguri, ciao!

    RispondiElimina
  11. ricicli? ma queste non vanno chiamate ricicli, queste SONO ricette! Altro che ricicli ... !
    Cara grazie per il complimento che mi hai fatto.. imparentata con le SImili? .. magari!:)
    No ma dimmi... tu il lm non lo hai perché non lo vuoi o perché ancora non ti è stato regalato?:) dai dai ti voglio vedere cimentarticii!! ;)

    mah, i giorni grigi... diciamo che cerco di lasciarli trasparire il meno possibile.. ecco tutto. Grazie del pensiero..

    RispondiElimina
  12. p.s. quest'anno per i "regal..izi" di Natale ho fatto tantissime cose proprio con i datteri. Per dirti quanto mi piacciono :) ma quanto è buona la frutta secca ? All'esselunga sotto natale ce n'era una gamma infinita !! prugne, mango, papaya, fichi (mammammiachebbuoni) e via dicendo!!

    RispondiElimina
  13. Il LM non mi è stato ancora regalato, ma soprattutto quello che mi "spaventa" è il tempo che gli va dedicato, ho paura di farlo morire insomma:)

    RispondiElimina
  14. ti assicuro che anche io pensavo così, così' come credo chiunque altro prima di averlo... ma non è assolutamente vero, credimi.. devi rinfrescarlo al massimo 1 volta a settimana se non hai tempo (in questo caso dovresti tenerne più di tot. cosicché la parte sopra poi potrai bbuttarla e rinfrescare quella morbida sotto) altrimenti io la rinfresco - se ho tempo - una volta ogni due giorni. A volte lo tengo addirittura fuori tutto il giorno e faccio due o tre rinfreschi. Altrimenti si può arrivare persino ad averne circa 500gr di peso sapendo di non poterlo rinfrescare per più di 13 o 14 giorni circa.. capito.. non è così dura tenerlo figurati! Altrimenti nemmeno io potrei tenerlo;)

    RispondiElimina

Mi fa piacere sapere che ne pensi,soprattutto se hai qualche suggerimento per me: lascia un commento! Se non sei registrato scegli "commenta come : anonimo" ma lasciami comunque il tuo nome, così potrò risponderti sapendo a chi mi rivolgo. Grazie!