martedì 21 settembre 2010

La Belle Helene

Belle Helene, da quel che ho visto in rete, è un po' tutto ciò che è a base di pere e cioccolato, o meglio, che contempla pere letteralmente affogate nel cioccolato. Torte, charlotte, crepes o semplici pere cotte, servite come dessert ricoperte da una scura e lucida salsa calda. 
Il 16 è stato il compleanno di una delle due sorellastre, e come ogni anno intorno a questa data mi sono dovuta ingegnare in qualcosa di nuovo che comprendesse però assolutamente questo amato abbinamento, possibilmente con anche un po' di mandorline.
La scelta, non facile, è caduta su una ricetta di uno dei più amati tra i libri della mia collezione Al mercato con Joanne Harris, l'autrice i cui libri per anni mi hanno fatto sognare, e che insieme a Fran Warde ha pubblicato questi due piacevolissimi volumi (il primo era Il libro di cucina di Joanne Harris) pieni di foto dei mercati francesi, pieni di calma, di riflessione, di passione.
La ricetta, non velocissima ma decisamente terapeutica è questa qui:
*******************************************
Torta Belle-Helene (da Al mercato con Joanne Harris, J. Harris - F. Warde) 

per la pasta
  • burro 60g più quello per ungere
  • farina 140g
  • zucchero a velo 50g
  • 1-2 tuorli

per il ripieno
  • pere mature 3
  • burro 75g
  • zucchero75g
  • uova 1
  • mandorle tritate 20g
  • farina autolievitante 75g
  • lievito per dolci 1 cucchiaino
  • cacao amaro 25g
  • latte 50 ml

Preparare la pasta: setacciare la farina in una grande ciotola, aggiungere il burro e lavorarli con la punta delle dita finchè l'impasto formerà delle briciole. Aggiungere lo zucchero a velo e lavorare fino ad amalgamarlo. Battere il tuorlo d'uovo e aggiungerlo all'impasto, lavorare di taglio usando un coltello dalla punta arrotondata fino ad ottenere una palla di pasta. Avvolgere nella pellicola e far raffreddare in frigorifero per 30 minuti. Nel frattempo ungere e infarinare una tortiera da 24 cm. Trascorsi i 30 minuti, spolverizzare un po' di zucchero a velo su una superficie liscia e fredda, stendere la pasta in modo che misuri quanto la tortiera, poi avvolgere con cura la pasta intorno al mattarello e svolgerla nello stampo. Ripassare in frigorifero per 30 minuti.
Accendere il forno a 180°.
Per il ripieno: pelare, privare del torsolo e tagliare a metà le pere, poi porle nel guscio di pasta con il lato arrotondato verso l'alto. Sbattere insieme il burro e lo zucchero, unire l'uovo e poi le mandorle tritate. Setacciare sopra la farina insieme al lievito e al cacao, infine incorporare il latte. Versare a cucchiaiate nel guscio, facendo in modo che l'impasto circondi le pere senza coprirle e lisciare la superficie. 
Infornare per 30 minuti, poi coprire con un foglio di alluminio e cuocere per altri 10 minuti. Spolverizzare con un po' di zucchero a velo prima di servire.
*******************************************

E la pere-cioccolato-mandorle dell'anno scorso, postata, ora che ci faccio caso, esattamente 365 giorni fa,  è invece ancora qui, non dimenticata, pronta per essere ancora ripresa e perfezionata.

23 commenti:

  1. Ecco le pere affogate nel cioccolato sono l'emblema della golosità!

    Leggendo questo tuo (e anche gli altri), mi sono venuti in mente alcuni libri che potrebbero interessarti e piacerti come stile. Purtroppo non sono stati tradotti in italiano, ma non credo francamente che lo saranno... Peccato! Perché sono splendidi. Ti lascio i link:

    1) "A year in my kitchen" e "My favorite ingredients"

    2) "Miss Dahl's Voluptuous Delights".


    Se vuoi delle indicazioni più precise contattami pure! Io li ho... ;)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Sorellastra fortunata la tua, la mia al massimo mi fa glia auguri...il giorno dopo! Veramente bellissima questa torta, consistenze e sapori diversi, sìsì, proprio bella! Ciao buona giornata

    RispondiElimina
  3. Pere e cioccolato! Il Paradiso! Bellissima, complimenti!
    Sono alle prime armi con il mio blog, se ti va passa a dare una sbirciatina (ps: anche per me pere e cioccolato ;) )
    A presto

    RispondiElimina
  4. Accostamento perfetto! Che buona la torta pere e cioccolato, e grazie per i consigli sui libri!

    RispondiElimina
  5. Bellissimo il titolo, mi fa davvero sorridere. L'altro giorno guardavo una torta cosi in una pasticceria. Da fare con le pere di stagione! Baci!

    RispondiElimina
  6. E' sempre un buon binomio pere e cioccolato :)

    RispondiElimina
  7. un abbinamento perfetto e molto goloso! che blle le pere che affiorano appena dal cioccolato ;-P
    Francesca

    RispondiElimina
  8. Deliziosa! elegante e con il cioccolato a renderla golosa al punto giusto! bellissimo l'effetto delle pere affogate!
    un bacione

    RispondiElimina
  9. ti ho appena scoperto.. e non posso che non farti i complimenti per questa delizia di torta ma soprattuto per la delicatezza e l’armonia di tutto il blog.

    RispondiElimina
  10. Bella e buona!!!...complimenti!...anche io per domenica ho fatto una torta con le pere e la cioccolata!!!

    RispondiElimina
  11. Che buona dev'essere questa torta, l'ideale per festeggiare un compleanno! Ho provato anche io una volta a fare qualcosa di simile (e se passi da me te la faccio vedere) ma sono ancora alla ricerca della torta perfetta...per me ovviamente! E questa la trovo davvero deliziosa! Proverò a farla! Posso rubarti la ricettina?!? ^-^

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Buffo, tu posti la Bella Helaine, io la Bella Belinda, tutt'altra torta e tutt'altra storia...credo che rifarò sicuramente questo dolce, è da tempo che mi ripropongo di fare un dolce pere e cioccolato e questo mi ispira proprio tanto...
    a presto

    RispondiElimina
  14. Che bella questa torta!!!! Mai sentito parlare della belle helaine ma mi ispira moltissimo!!!!!

    Un bacione

    RispondiElimina
  15. Un connubio collaudato eppure perfetto...come questa torta!Baciotto

    RispondiElimina
  16. Che bontà l'accoppiata pere e cioccolato!
    Piccola parentesi non culianria: le tue collane con i bottoni sono davvero bellissime!!
    Complimenti per tutto!
    Flavia

    RispondiElimina
  17. Eh sì... non è immediata, ma estremamente interessante. E poi se il risultato è quello... insomma uno ci si butta volentieri!
    Me la segno per quando sarò più bravina :>

    RispondiElimina
  18. mi piace l'idea della terapeuticidità (si dirà??!? boh io lo dico) di questa torta!!

    RispondiElimina
  19. nuuuuu, è una vita che la voglio fare!!!!!
    e quel libro (anzi, tutti e due) è da un po' che lo cerco... ma si trova facile?
    vaniglia

    RispondiElimina
  20. bella è bella, buona dev'esserlo per forza...ma insomma, cosa vuoi di più da una torta!?Io...giusto una fettina ;P

    RispondiElimina
  21. Mandorle, pere e cioccolato: un trio sensazionale, perfetto per festeggiare un compleanno e poi quelle pere semi affondate nel cioccolato sono eleganti e tentatrici ....

    RispondiElimina
  22. Wow...ti sei ispirata ad un libro che vorrei acquistare da tempo...amo JOanne Harris....e dho il primo libro di cucina, quello sul mercato mi manca ma ora è in offerta su IBSe ci sto facendo un pensierino!
    cmq complimenti ottima torta golosa!

    RispondiElimina
  23. @carolina: grazie del consiglio, si, mi sembrano proprio fantastici. E' un peccato che non siano tradotti, ma del resto non è una novità che qui in Italia la qualità non sia proprio tra i primi criteri di scelta su quali libri tradurre e pubblicare! Per fortuna che sono in inglese (e non francese o tedesco) così ci posso capire anch'io che con le lingue sono una frana, grazie ancora!

    @fabiana: grazie e benvenuta!

    @vaniglia: questo libro si trova, per esempio su ibs c'è e in questi giorni è anche in spedizione gratuita. L'altro invece non sono riuscita a trovarlo neanch'io, in una libreria mi hanno detto che è esaurito. Però ho visto che almeno dalle mie parti c'è in molte biblioteche, quindi lettura di sfruso e fotocopie a gogo :)

    RispondiElimina

Mi fa piacere sapere che ne pensi,soprattutto se hai qualche suggerimento per me: lascia un commento! Se non sei registrato scegli "commenta come : anonimo" ma lasciami comunque il tuo nome, così potrò risponderti sapendo a chi mi rivolgo. Grazie!